APPUNTAMENTI

Anno 2015

 

Il CORO ALPINO EPOREDIESE  sarà in ferie dal 30 giugno al 4 settembre 2015 ed augura a tutti  ai  suoi sostenitori i  più sinceri auguri di Buone Ferie.

         

             Anno 2016            

                                                            

COMUNICATO

 

Dopo l’augurio di Buone feste, fatto nel mese di giugno a tutti i suoi sostenitori, il Coro Alpino Eporediese non si è più fatto sentire, in quanto ha attraversato un periodo difficile della sua storia.

E’ accaduto infatti che il direttore ed alcuni coristi, che si erano aggiunti nel corso degli ultimi cinque anni, hanno dato le loro dimissioni sostenendo che le regole indicate nel nostro statuto, che peraltro erano state da loro sottoscritte ed accettate,  non erano più da loro condivise su diversi punti per noi fondamentali.

Ora siamo rimasti una ventina di coristi molto determinati che, con la guida artistica ed il sostegno del nostro direttore carismatico Paolo Fogliato, che il CAE non finirà mai di ringraziare, con l’aiuto di Beppe Torchio e con la nostra lealtà e attaccamento al coro, cercheremo, se la salute e la buona sorte ci sosterrà, di dare continuità al nostro coro.

Dobbiamo riuscire a ricreare quei giusti, ma salutari stimoli che ci hanno accompagnati per tanti anni: la voglia e soprattutto il piacere di cantare, dello stare insieme, di partecipare a concerti, rassegne,  che tante soddisfazioni ci hanno dato in tempi non troppo lontani ma che servono a rafforzare quello spirito di aggregazione e comunitario che per tanti anni ci ha caratterizzato.

Questi ingredienti rappresentano la linfa necessaria per ritrovarci, per proseguire, per riscoprire stimolo e piacere nel cantare e soprattutto mi auguro, che tutto questo serva per invogliare nuovi coristi a venire con noi e a far vedere al pubblico che il nostro coro è vivo, motivato e deciso a fregiarsi del diritto di essere considerato il Coro della città di Ivrea.

Vi aspettiamo numerosi nella nostra sede vicino al liceo Botta di Ivrea, il martedì e il venerdì alle ore 21.00.

Chi intende prendere contatti telefonici con noi, il numero è 338/6119195

Grazie

Il Coro Alpino Eporediese

 

                                                        ANNO 2020

 

IL CORO ALPINO EPOREDIESE comunica che dal 1° gennaio 2020 ha chiuso la sua pluriennale attività, iniziata ad Ivrea nel 1950, dovuta all’iniziativa di alcuni giovani che nel canto avevano trovato un valido motivo per frequentarsi nel tempo libero. Dalla sua fondazione ad oggi i canti popolari e  di montagna hanno rallegrato ed anche commosso intere generazioni di Eporediesi e di Canavesani ;il suo repertorio sempre più ricco ha dato lustro e vitalità alla città di IVREA, raggiungendo un livello tale da competere con i Cori prestigiosi sia nazionali che esteri, grazie al maestro Paolo Fogliato, che lo ha diretto per oltre 50 anni con grande disponibilità e totale dedizione.

Il C.A.E, orgogliosamente vanta anche la sua partecipazione quale esecutore ufficiale dell’Inno dello Storico Carnevale di Ivrea e delle sue manifestazioni.

 

Numerosi i suoi successi in Italia e all’estero, tra cui il conseguimento del primo posto al Concorso Nazionale di Genova e l’anno successivo del secondo posto.

Successivamente, il C.A.E. ha ricevuto il suo più alto riconoscimento a PRAGA, partecipando al “VI° Concorso internazionale Città di Praga” ottenendo il primo premio nella sua categoria.

Fiore all’occhiello dell’attività del CORO ALPINO EPOREDIESE è stata , grazie al Presidente Giovanni Bo, l’organizzazione biennale ad Ivrea dei CONCORSI NAZIONALI DEI CORI DI MONTAGNA, sempre elogiata ed apprezzata da tutti i cori presenti.

Importante la partecipazione del C.A.E., su invito degli amici del coro misto di Adendorf, ad una rassegna di cori tedeschi, durante la quale il Coro Alpino Eporediese ha emozionato il pubblico,ricevendo interminabili e calorosi applausi.

 

La memoria storica del C.A.E., dal 1950 ad oggi, è stata minuziosamente manoscritta su 5 Grandi Libri conservati e gelosamente custoditi dal Presidente Giovanni Bo, che ha aggiornato e  creato molti altri documenti multimediali ed il SITO INTERNET www.coroalpinoeporediese.com

 

Nella lunga attività del C.A.E., purtroppo molti coristi sono mancati, altri hanno lasciato il coro ed inoltre è venuto a mancare il ricambio generazionale, perché i giovani non sono interessati alla musica corale.

 

Pertanto Il coro alpino eporediese dopo settant’anni di attività ha deciso congedarsi, con molto rammarico, dal suo pubblico  dopo aver attraversato il periodo più difficile della sua storia.

 

E’ accaduto infatti che il nuovo direttore ed alcuni coristi, che si erano aggiunti al nostro coro nel corso degli ultimi cinque anni, hanno rassegnato le loro dimissioni sostenendo che le regole indicate nel nostro statuto, che peraltro erano state da loro sottoscritte ed accettate, non erano più da loro condivise su diversi punti per noi fondamentali.

 

Ultimamente si respirava un aria triste, quasi di rassegnazione, perchè venivano costantemente messi in discussione tutti quei valori che erano stati sempre i principi fondanti della nostra attività.

 

Scriveva il prof. Angelo Novello, del quale mi vanto profondamente di essere stato suo allievo “Allorquando una persona, mentre si sofferma ad ammirare i paesaggi maestosi della montagna e dello sconfinato orizzonte del mare, prova dentro di sé un sentimento indefinibile e al tempo stesso, struggente, quasi una sofferenza interiore, che lo porta a sentire impellente la necessità di esternare, in qualche modo, questo suo bisogno spirituale, ecco che il mezzo più istintivo per esprimere tutto questo è senza dubbio il canto”.

 

Fù così che un gruppo di amici di Ivrea, forti di questi sentimenti, decisero di riunirsi per onorare la montagna cantando insieme,

Nacque così  nel 1950 Il Coro Alpino Eporediese.

 

Gli amici di allora che desideriamo ricordare con profondo rispetto e grande ammirazione sono i seguenti:

 

Mario Bordet, Marino Faccin, Gilberto Galliani, Giorgio Giglio Tos, Giovanni Martaspina, Silvio Mondolfo, Alfredo Porcellini, Ezio Raiteri, Giuseppe Strobbia.

 

Quando ci soffermiamo su queste persone ci sentiamo profondamente grati di averle conosciute ma anche profondamente tristi di non aver potuto proseguire l’attività del nostro coro seguendo i criteri di lealtà che questi cari amici ci avevano insegnato e di cui ne siamo tuttora fieri.

 

Il lasciare un coro come il nostro è stato un atto di vera follia verso le persone che lo hanno costituito e sostenuto, verso la città di Ivrea e la dimostrazione lampante che le persone che hanno lasciato il CAE non meritavano più di farne parte perché non ne erano assolutamente degne.

 

Un vivo ringraziamento a tutti gli Eporediesi e a tutti i Canavesani che , in questi 70 anni, hanno sostenuto ed apprezzato il Coro Alpino Eporediese, ai Vescovi di Ivrea: Luigi Bettazzi, Arrigo Miglio, Edoardo Cerrato, sempre presenti alle nostre manifestazioni, alla città di Ivrea, alla Regione Piemonte,alla Provincia di Torino, all’azienda di Promozione turistica del Canavese, a tutti gli sponsor che  hanno sostenuto finanziariamente le nostre manifestazioni, ai cori che hanno partecipato ai nostri concorsi.

 

Un ringraziamento particolare alla società OLIVETTI alla quale ci sentiamo particolarmente legati per avere sempre creduto in noi e verso la quale nutriamo un grande senso di affetto e di profonda gratitudine per averci  permesso di fare orgogliosamente parte di questa grande azienda che tanto amiamo, profondamente apprezziamo e tutto il mondo ci invidia.

 

Un saluto affettuoso a tutti coloro che hanno amato e sostenuto il Coro Alpino Eporediese con la speranza che questo atto non rappresenti un vero e proprio commiato, ma un periodo di riflessione durante il quale, forti dei nostri principi, e con l’aiuto di quelli che la pensano  come noi, possiamo un giorno ritornare a cantare insieme.

 

 

I componenti del Coro Alpino Eporediese con grande affetto.

 

Home page